La meravigliosa attesa: “Pasta Madre” di Riccardo Astolfi.

IMG_4492

La prefazione è una parte fondamentale di ogni libro. E’ una dichiarazione di intenti dalla quale si capisce perché un libro è stato scritto. Se poi è dell’autore, ancora meglio. In poche righe Riccardo Astolfi spiega cosa vuol dire fare il pane con il lievito madre.

Non è solo perché “il madre è meglio”, ma perché gestendo e utilizzandolo si può tornare ad apprezzare il valore del tempo che passa, della pazienza e della costanza. Ci vuole tutto questo per panificare con il madre, non è solo una questione di tecnica. E non importa se ci saranno degli insuccessi, perché quello sarà il momento per fermarsi e cercare di capire cosa c’è che non va, la capacità di ascoltare e di osservare.

Una piccola parte di introduzione per i neofiti (cosa è, come si crea un lievito madre, le farine, l’acqua, pieghe e formatura) e poi una grandissima varietà di ricette. Corredate da foto magnifiche.

Le preparazioni sono tutte fattibilissime e ad ognuna è associato un ricordo o una riflessione.

Si va dalle “ricette per tutti i giorni” ai pani per “colazioni e merende”, dai “piccoli morsi” alle “pizze e focacce” per finire con le “specialità”. Una rassegna esauriente di quello che si può fare e che Riccardo ha sperimentato di persona (e con successo) con il suo lievito madre.

Dimenticatevi di lievitazioni spropositiate, passaggi in frigo, cotture in salita, giri di pieghe ossessivi alla ricerca della “alveolatura” perfetta. Questo libro non ne fa menzione, è fatto di pochi e semplici passaggi per ogni ricetta e soprattuto invita i panificatori a divertirsi e a godere di questo rito culinario.

Un pane che proverò presto? Quello di farro e ceci, sento già il profumo nel forno 😉

Riccardo Astolfi è l’ideatore del sito pastamadre.net, nonché curatore della relativa Comunità che conta ormai centinaia e centinaia di “affiliati” e “spacciatori” di lievito fatto in casa, organizzatore del “Pasta Madre Day” e da poco anche supervisore e curatore del Forno Stria a Reggio Emilia.

img.finedininglovers.it

La confezione del libro è molto bella, carta di qualità, formato e lettering corretti, indice analitico e alfabetico. Le foto di Chiara Frascari e Benedetta Marchi sono molto luminose e cercano di creare un effetto naturale e realistico come va di moda oggi nel food photo.

Piccolo neo (anche qui) la stampa realizzata in Cina. Non ce ne voglia l’autore e l’Editore, però come si cerca di valorizzare il cibo e la territorialità si dovrebbe fare altrettanto con la manodopera, a rischio di far lievitare leggermente i costi per il lettore. Anche la stampa è una tradizione importante delle nostra cultura. Far viaggiare un libro su un aereo non è il massimo della sostenibilità.

Pasta Madre – Riccardo Astolfi

232 pag, € 25,00 – Guido Tommasi Editore

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...