L’importanza della scelta: Safran Foer e un libro che dovete assolutamente leggere.

b

Quando nasce un figlio le prospettive cambiano. Si diventa più attenti al mondo che ci circonda, si riflette di più, cambia il nostro modo di vedere le cose. La frase “quando sarai anche tu genitore capirai…” non mi è mai piaciuta molto, mi è sempre sembrata generica e fatalista, ma è innegabile comunque che quando anche io sono diventato padre qualcosa per me è cambiato.

Johnatan Safran Foer, autore di bestseller letti in ogni parte del mondo, arriva a scrivere questo libro proprio nel momento in cui scopre che diventerà genitore. Nutrire un figlio è molto più importante che nutrire se stessi.

“Volevo solo sapere -per me stesso e per la mia famiglia- che cos’è la carne. Volevo saperlo nel modo più concreto possibile. Da dove viene? Com’è prodotta? Come sono trattati gli animali e in che misura questo è importante? Quali effetti ha mangiare gli animali sul piano economico, sociale e ambientale? La mia indagine personale non è rimasta a lungo tale. I miei scrupoli di genitore mi hanno messo di fronte a fatti che come cittadino non potevo ignorare e che come scrittore non potevo tenere per me”.

Dalla uscita di questo libro (2010)  Eating animals (questo il titolo originale dell’opera) ad oggi si è molto discusso su questo libro, c’è chi lo ha considerato un manifesto vegan, chi una denuncia animalista, c’è chi lo ha trovato banale e chi drammatico.

Per me che lo leggo e lo rileggo da qualche anno è uno dei libri che un po’ mi hanno cambiato la vita, anche se in fondo non c’è scritto nulla di speciale. Se niente importa ha avuto il grande merito di aprire un dibattito e di farlo non in maniera integralista, di contrapposizione, ma portando milioni di lettori a confrontarsi con una scelta: quella di sapere o di non sapere nel momento in cui siamo seduti a tavola davanti ad un piatto, o prima ancora quando decidiamo cosa comprare da mangiare.

a

Si parla della carne certo, delle logiche inumane e perdenti dell’allevamento intensivo e processi di industrializzazione. Ma soprattutto questo è un libro sul cibo, inteso oggi non più come veicolo di significati ma come oggetto, un cibo volutamente venduto come “senza storia” e per il quale nessuno dei compratori deve farsi troppe domande. Ecco, Safran Foer ci suggerisce invece di cominciare a domandarsi cosa c’è dietro ad ogni cosa che compriamo, e lo fa senza ossessioni o perbenismi, semplicemente con quello che ha visto durante la sua indagine durata quasi tre anni.

Nel libro non mancano particolari raccapriccianti o storie al limite dell’assurdo (ma vere purtroppo) ma ci sono anche storie familiari, storie di persone che hanno provato a cambiare la loro vita anche grazie al modo in cui hanno cominciato a considerare la tavola. Terrore e speranza insomma.

Quello che più adoro di questo testo è la sua assoluta mancanza di rigidità e la grande libertà che regala al lettore. Safran Foer racconta le cose come stanno, quello che succede prima che noi possiamo addentare una bistecca o una coscia di pollo, e poi lascia a noi la scelta. Perché si può scegliere solo se si hanno tutte le informazioni disponibili. Scegliere se considerare il cibo una parte importante della genere umano.

Jonathan Safran Foer – Se niente importa
363 pag., € 18,00 – Guanda 2010 (Biblioteca della Fenice)
ISBN 978-88-60-88113-7

Annunci

3 risposte a "L’importanza della scelta: Safran Foer e un libro che dovete assolutamente leggere."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...